Con un concerto strepitoso Mr Pepper Blues e The Billy Sugar Band hanno celebrato, ieri, i 10 anni di esibizioni al Geronimo’s a Marino (RM).

Mentre sul palco ci si prepara con le ultime prove, già si respira un’atmosfera elettrizzante e carica di energia. Dopo un’appetitosa cena, ben servita dal personale, dalle ore 22:00 si alzano i volumi e anche la temperatura. Del resto le moltissime prenotazioni davano subito una bella misura dell’attesa da parte numerosi appassionati che infatti non si fanno attendere per arrivare nonostante la copiosa pioggia, a tratti battente quasi a sfidare la bravura poderosa del batterista e di tutti gli artisti sul palco. Tutta la pluriennale competenza della cover band ha catapultato gli innumerevoli presenti davanti a Zucchero- alias Elio Ericina, un perfetto Fornaciari perfino nella gestualità, dotato di una carismatica voce. Ad accompagnarlo i bravissimi musicisti: Massimiliano Lampis che ha “battezzato” da maestro una batteria che, specie nell’assolo, ha catalizzato tutto il locale gremito. Tante forti emozioni si sono susseguite a ritmo di blues ripercorrendo, con apprezzabili capacità, i più grandi successi di Zucchero grazie a Daniele Fresilli al basso, Mattia Piscitelli alle tastiere, Lorenzo Zega al sax e Gabriele Camboni al trombone e la deliziosa corista Valentina Caffaglione.

Merita una nota a parte il chitarrista: Roberto Vellucci, un doc in tutti i sensi, anche come doctor che, sul palco, con chitarra elettrica e microfono è proprio padrone del suo elemento e diventa assolutamente irresistibile quando, nel mezzo del concerto, si mostra in versione Vasco Rossi. Tra scroscianti applausi a scena aperta e gruppi di persone che si scatenano ballando a ritmo di rock, la performance si fregia di ben due eccezionali special gest: direttamente da Radio 105 e dal popolarissimo programma radiofonico “A me mi piace” c’è Barty Colucci che si esibisce alla batteria guadagnandosi un forte applauso. Quando poi, il pubblico si è fuso con il palco per partecipazione e divertimento, dulcis in fundo, ecco arrivare a deliziare tutti la seconda special gest: un incredibile Franco Cristini, primario di chirurgia che, imbracciata la chitarra, stupisce tutti non solo per le qualità artistiche ma soprattutto per la grande presenza scenica davvero di impatto. A parte la bellezza delle emozioni e sensazioni provate nel ricevere l’onda multicolore della musica che “danza” come le stelle di cui scrive Zucchero (citando Nietzche), quello che rimane davvero impresso sono i piccoli –splendidi- gesti di cui è disseminata la serata.

Dall’accoglienza che si illumina nei sorrisi autentici dei musicisti, gli abbracci affettuosi e quelle belle strette di mano per conoscersi fino ai modi di Mr Pepper –bisogna dire di un  garbo un po’ celato dietro il fare da navigato front man- che ci tiene a prendersi tutto il tempo per salutare coloro che si propongono e dedica ad ognuno un momento. E poi gli sguardi dal palco, da parte di tutti, a cercare l’intesa con il pubblico e quell’atmosfera che avvolge ognuno allo stesso modo, stando tra persone che condividono la stessa passione per la musica ben fatta: quella che prima di essere tecnica e professionalità, è cuore e voglia di condividere.

By | 2019-11-14T12:38:59+00:00 Novembre 11th, 2019|Eventi, Uncategorized|

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: