HellCity è una città-regime, protetta da mure di cemento e controllata da telecamere. I cittadini vivono subordinati a leggi restrittive e ,a seguito di una guerra nucleare che a quasi estinto l’intera razza umana, sono convinti che la città sia l’unico luogo sicuro sull’intero pianeta. I cittadini non percepiscono la loro reale situazione e vivono schiavizzati da un sistema totalitario che li fa credere liberi, invece, tramite il bombardamento di false informazioni, l’installazione di microchip sottocutanei e l’utilizzo di palmari, l’apparato di sicurezza cittadino tiene sotto controllo l’intera comunità. Jayson però si renderà conto del condizionamento mentale e risveglierà la sua mente dall’oppressione che grava sulle loro vite.

“Ciò che aveva sempre percepito come suo flebile, quasi impercettibile, in quel momento diventava un tuono dirompente. Era quello il momento in cui i sogni e la realtà si ritrovavano uniti in una danza avvolgente, contingente, tremendamente veritiera”

L’inconscio compie miracoli, ma ancora non poteva saperlo.

Scrittore

Francesco di Giulio

Classe 1984, vive a Roma con la sua famiglia. Viaggiatore anarchico tra cuore e mente, questi ultimi anni, nei suoi continui viaggi tra l’Italia e l’Olanda, ha fatto parlare il suo cuore trovando l’arabesco di un amore letterario. Istintivo e comunicatore di passioni, ha scelto la strada della Libertà.