Le sardine anti Salvini nuotano fino a Roma. È nato appena qualche giorno fa su Facebook il gruppo a declinazione tutta romana che, slegato dai partiti, ha già riempito nei giorni scorsi le piazze dell’Emilia Romagna. Un movimento nato dal basso, dai social network, in poche ore, tutto in funzione anti leghisti. Sono le “sardine di Roma”, un gruppo Facebook che conta già più di 80.000 iscritti

Benvenuti a quanti vorranno aggregarsi a questa avventura fantastica per contrastare la politica dell’odio e del disprezzo della diversità. È ora di Slegare questo Paese.

È questo lo slogan della pagina, e qualcuno ha pensato pure al logo: delle sardine, circondate dal Colosseo che dicono “Roma non si Lega”.

Il movimento delle Sardine nasce il 14 novembre. E da 4 sono diventati 15mila e si sono ritrovati in piazza a Bologna. Da flash mob «ittico» (per definizione degli organizzatori) di opposizione a Matteo Salvini a movimento d’opinione. Un pesce silenzioso la sardina – spiegano – contro i toni accesi della politica e per dire «che Bologna non abbocca».

Forse ci speravano, ma certo non se lo aspettavano i quattro ragazzi bolognesi riusciti nell’impresa di diffondere il loro marchio: dopo il successo della manifestazione bis di Modena, iniziative analoghe si stanno autorganizzando in molte parti d’Italia, da Reggio Emilia a Roma, da Sorrento a Bari. Ci sono circa 40 piazze, dicono i promotori, che si stanno preparando.

Una crescita rapida e impetuosa: la pagina Facebook aperta nei giorni scorsi conta 45mila adesioni e nelle varie città si moltiplicano gruppi locali. Anche con qualche inevitabile contraccolpo organizzativo: a Roma, ad esempio, un gruppo che si raduna sulla pagina Facebook chiamata «Sardine romane all’arrembaggio» sta infatti organizzando un flash mob per sabato, in piazza Testaccio, ma contemporaneamente anche il gruppo «Sardine di Roma» si sta muovendo per una grande manifestazione da organizzare a dicembre: il 7 dicembre appunto. Loro non vogliono sentirsi definire «anti-politici», ma anzi invitano le piazze a stare vicine ai rappresentanti delle varie forze di sinistra.

Chi sono stavolta gli organizzatori Romani? Ad aprire la pagina social ha pensato Stephen Ogongo, giornalista 44enne, originario del Kenya arrivato in Italia per motivi di studio 25 anni fa, già docente all’università Gregoriana, due figlie, e caporedattore di alcune testate del gruppo “Stranieri in Italia”. Fondatore del movimento antirazzista “Cara Italia”. Appuntamento al 14 dicembre dunque, forse a Piazza S. Gianni o Piazza del Popolo

By | 2019-11-22T22:27:20+00:00 Novembre 21st, 2019|Attualità, Notizie|

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: