La scuola è senz’altro uno degli ambiti maggiormente colpiti dal Covid-19, stravolgendo sia la didattica, ma sopratutto evidenziando l’importanza del confronto e dei rapporti umani: pensiamo per esempio agli studenti che si sono visti interrompere bruscamente il loro ciclo scolastico senza neanche avere la possibilità di salutare compagni e maestre.

Proseguiamo il nostro itinerario nell’universo Scuola proprio a pochi giorni dalla maratona parlamentare che sabato scorso, 6 giugno 2020, ha portato all’approvazione delle disposizioni sulla scuola, convertendo in legge il decreto-scuola. Così, mentre stamani a Roma, davanti al Ministero della Pubblica Istruzione, hanno manifestato alcune sigle sindacali che domandano indicazioni più specifiche per tutelare studenti e lavoratori della scuola, Monolite Magazine ha intervistato la prof.ssa Maria Elena Mammarella, assessore alle politiche scolastiche ed educative del V Municipio capitolino.

Che cosa è cambiato nella Scuola a seguito dell’irrompere su scala mondiale del virus covid 19?

Nella video-intervista la dott.ssa Mammarella che, per formazione e per scelta personale, coniuga entrambe le prospettive, quella di docente e quella di amministratore pubblico, offre considerazioni interessanti e il bilancio, ricco di sorprese, delle attività sino ad ora svolte con determinazione e la passione di sempre: stare con gli studenti, accompagnandoli nella crescita educativa che non è solo una somma aritmetica di nozioni, ma diventa esperienza di vita. Un’esperienza che tanto più diventa educativa quanto più ricca è l’offerta in termini didattico-progettuali che valorizzino i campi di attualità per cui la Scuola è chiamata a formare i ragazzi: legalità, intercultura, comunicazione e informazione, alla luce delle quali inquadrare le tradizionali materie di studio.

By | 2020-06-08T11:55:15+00:00 Giugno 8th, 2020|Attualità|

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: