Profonde emozioni e tanta voglia di condividere il piacere di una lettura che diventa spettacolo immersivo declinato in arte ed intrattenimento: questa la sintesi della decima edizione del Premio Letterario “Caffè Corretto Città di Cave”, svoltosi sabato scorso nel Chiostro di S. Carlo a Cave.

L’edizione 2020 della manifestazione -che si fregia del prestigioso sostegno di note autorità della cultura italiana contemporanea, quali la scrittrice Dacia Maraini e il giornalista Oliviero La Stella-, ha eletto vincitore il libro scritto da Alice Cappagli intitolato “Niente caffè per Spinoza”, Einaudi, per la sezione editi del concorso e, per la sezione inediti, il racconto firmato da Francesco Caponigro ed intitolato “Memento”.

Grande successo anche per la diretta facebook seguitissima con interazioni da parte di coloro che, purtroppo, non hanno potuto essere presenti in quanto gli ingressi sono stati contingentati in ragione delle disposizioni anti-contagio da covid 19. L’efficiente macchina organizzativa ha profuso una grandissima cura ed attenzione a tutti i più piccoli dettagli consentendo a tutti di godersi un avvincente spettacolo fatto di musica, parole, danza e tutta la magia sprigionata dalle pagine del libro vincitore e ben interpretate da “Caffè Corretto” che si è avvalso per le musiche della Blue Sinfonica Orchestra diretta dal Maestro Manlio Polletta e per le esibizioni di danza di Danzamica di Laura Apostoli e Susanna Sebastiani.

A conquistare tutti proprio questa minuziosa e profonda attenzione nel trasformare tutta la location –di base già fortemente suggestiva- in funzione del racconto vincitore grazie a scenografie ed allestimenti (opera di Laura Bangrazi e Mariateresa Rotondi) creativi e di profondo impatto che accompagnano la scaletta dell’incontro alternando interviste all’autore e intrattenimento.

Momenti di grande trasporto emotivo quando, simbolicamente, vengono liberate decine di splendide farfalle, metafora con il loro battito d’ali del diffondersi delle pagine dei libri che viaggiano per Cave- Città che legge. Il merito del successo spetta a tutti i componenti di “Caffè Corretto” che con tenacia e passione ogni anno si dedicano (e quest’anno più che mai) ad offrire ore di spensieratezza culturale, impegnandosi per realizzare l’evento, il primo di questo rinomato calibro culturale nel territorio, rispettando distanze ed adozione di idonei presidi senza scalfire l’atmosfera serena e distensiva che corona un intero anno di attività.

A condurre il Premio in tandem Claudia Manni, presidentessa dell’associazione “Caffè Corretto” ed Angelo Lazzari, tra i soci più attivi.

Presente all’iniziativa una numerosa rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Cave guidata dal sindaco Angelo Lupi, il vicesindaco Massimiliano Renzi, l’assessore alla cultura Silvia Baroni,  l’assessore alle politiche sociali Roberta Vecchi, presidente del consiglio comunale Rossano Renzi, il presidente della Proloco Emiliano De Carolis.

Dulcis in fundo, come da tradizione, oltre al firma-copie, per la gioia di tutti i partecipanti, comodamente seduti, arriva una fetta di gustosa torta realizzata dal rinomato pasticcere Enrico Maggi che stupisce tutti realizzando una gigantesca e sinuosa chiave di violino in omaggio alla vincitrice Cappagli, scrittrice ma anche musicista della Scala di Milano.

I vertici di “Caffè Corretto”, le due insegnanti Claudia Manni ed Elena Pucci –rispettivamente presidente e suo vice- dichiarano: «Abbiamo trascorso una serata davvero splendida, il merito è dei soci e di tutti coloro che sono intervenuti e ci hanno seguiti in diretta trasmettendoci il loro interesse. Siamo felici di aver condiviso questo compleanno importante che attesta il primo decennio del Premio realizzato grazie ai nostri sponsor, in primis la Banca Centro Lazio, a cui uniamo il ringraziamento sentito per coloro che preferiscono aiutarci e rimanere dietro le quinte».

Per rivivere il X Premio dedicato alla letteratura di seguito il video servizio.

By | 2020-07-03T12:58:48+00:00 Luglio 2nd, 2020|Eventi|

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: