Terra Matta è la storia di un bracciante siciliano semianalfabeta, classe 1899, che un bel giorno si mise seduto a tavolino per scrivere la sua biografia. Un diario di 1500 pagine dattiloscritte senza margini, di parole separate tutte da un punto e virgola, di una scrittura fonetica ricca di sicilianismi, una narrazione che arriva fino al 1968 densa di significati. Terra Matta è considerata uno dei capolavori delle biografie popolari italiane e nel 2007, anno della sua pubblicazione per Einaudi, divenne un vero e proprio caso letterario con le sue oltre 50 mila copie vendute. L’opera letteraria nata dalle mani di Vincenzo Rabito è stata trasposta per il teatro ed il prossimo 25 ottobre Stefano Panzeri la presenterà nella sede della Missione Cattolica di Basilea, nell’ambito della XIX Settimana della lingua italiana nel mondo.
Stefano Panzeri attore, narratore, regista, da questo racconto ha tratto quattro spettacoli di cui a Basilea presenterà Terra Matta 1 (1899 – 1918), che a teatro dà spazio anche alle storie di Lina, Saverio ed altri personaggi raccolti dalla viva voce degli italiani migrati all’estero,  per raccontare la storia di quelli che eravamo e che siamo, con spunti d’attualità da cogliere nello sforzo per l’emancipazione nel dinamismo dei giovani di un’altra generazione che si riscattano da guerre e povertà.

By | 2019-10-11T16:25:52+00:00 Ottobre 11th, 2019|Eventi, Notizie|

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: